E non stancarsi mai di guardare una schiena, di guardare degli occhi, una mano la tua pelle. E ti dico che c’era un racconto in cui un uomo dipingendo una donna ad un certo punto si accorse di qualcosa, ma non so dirti bene cosa. Il racconto dice più o meno così: “il pittore ristette rapito davanti all’opera che aveva portato a termine; ma un attimo dopo, mentre ancora la contemplava, tremò e impallidì e inorridito, esclamando: «Questa è proprio la Vita!» bruscamente si volse a guardare l’amata: Ella era morta!”. Ti dico che alla fine, la tua bellezza è tutto quello che ho sempre desiderato, solo che io non so proprio come renderti felice, ammesso che tu voglia essere felice nella tua vita, altrimenti io non so come renderti triste, stanca, distratta o qualsiasi cosa tu voglia essere, io non so nemmeno lasciarti stare, non so fare niente perché poi ad un certo punto tu non te ne accorgi nemmeno ma ti disperdi nell’aria e io non posso fare altro che respirarti e allora io poi non so che fare.

E non so perché ti ho letto quel racconto, non ho idea del perché, ma non ti ruberò la vita per renderla arte, piuttosto cercherò di rubare l’arte per renderla la tua vita, o una cosa del genere, perché è tutta la vita che voglio cambiare il mondo, ma non mi riesce nemmeno una volta in nessuna piccola cosa, niente. Non mi riesce nemmeno di renderlo migliore perché io non lo so affatto cosa sia migliore, e non riesco nemmeno a renderlo bello perché mi fa tutto schifo e anche se cambia mi fa schifo, e allora forse ho solo bisogno di scappare dentro di te da qualche parte e ripararmi dai bombardamenti, dalla merda di tutti quelli che dicono che che per scrivere si deve assolutamente parlare di qualcosa, devo scappare anche da tutti quelli che in realtà credono di acculturare il mondo e invece vogliono solo far vedere a tutti quante cose sanno per scopare di più, ma non ci riescono e allora si vendicano in qualche modo su qualcuno a caso. E voglio scappare da tutti i miei giudizi, che mi fanno schifo e più li odio e più mi seguono. Voglio scappare dalle cose che devo fare per forza e dal tempo che passo senza fare niente quando invece potrei cercare un motivo per cambiare il mondo, perché tanto prima o poi lo troveremo, troveremo la forza per smetterla di fare cose noiose e iniziare a far godere i nostri corpi rendendoli talmente infiniti che si uniranno punto e basta.

Luca Romano | @lucaromano_

Annunci