Più o meno come quando, ballando per la strada, mi hai detto che avresti fatto tutto quello che avresti voluto per tutta la tua vita, e poi ti sei addormentata sul sedile della mia macchina come se fosse casa nostra. Con i tuoi occhi mi guardavi poco e male per non farti vedere, per non farmi andare via. Le tue cinquemila sigarette spente negli angoli. E perché tanto non hai mai fumato, ma volevi che lo facessi io, io che nemmeno bevo e muoio disidratato come le foglie secche per la strada, come i tuoi occhi chiusi e tutte le volte in cui mi dici no senza che nemmeno ci vediamo o parliamo.
E perché tutto questo silenzio? Non ti chiedo. Non ti chiedo mai niente, perché sta andando tutto così come deve andare. Ma non ho capito se bene o male. Certo le circostanze non sono favorevoli, e quando mai. Bisognerebbe… Bisognerebbe niente. Bisogna quello che è, bisogna il presente. E prendo ancora un altro libro e mi perdo in altre parole, aspettando.

Luca Romano | @lucaromano_

[Il corsivo è il testo di una canzone]

Annunci