E non riuscivo più a smettere di guardarti mentre ascoltavi ansimante il vociare delle persone che discutevano animatamente su un gol fantasma e ti ho visto con gioia cambiar canale premendo distrattamente un pulsante a caso. Ogni cambiamento corrispondeva ad un urlo divertito della gente allegra, che saltellando e ballando riempiva lo schermo di colori eccentrici e presenti onnipresenti.
Sentire le canzoni e guardarli ballare era la tua maggiore soddisfazione personale e allora la tua mano ha iniziato a scivolare lungo i pantaloni arrivano all’altezza della cinta. In televisione altre ragazze svestite sdraiavano i loro culi sui tuoi pensieri leggeri. E ancora il presentatore ha iniziato a blaterare e il tuo cazzo duro ha iniziato a tirare. La mano lentamente l’ha preso tra dita e ha iniziato a muoversi. Poggiando il gomito sul telecomando i canali hanno iniziato a girare a caso e ogni ballo ed ogni urlo ha trasformato tutto in una sola trasmissione. E ancora colori e ancora eccitazione. Ecco la lite in diretta tra politicanti persuasivi, ecco le urla e la mano sempre più violenta, e ancora urla e ancora più forte la mano e quando il presentatore ha mandato al pubblicità la tua eccitazione si è placata in silenzio sulle tue mani stanche. Il silenzio dei tuoi occhi ha lasciato spazio ad un volume più alto e ancora colori e colori su colori su colori e ancora colori e urla armoniche e colori su colori su colori e ancora colori su colori su colori su colori.

Luca Romano

Annunci